PERCHE' DIO NON CREO' GESU' DAL NULLA, COME FECE CON ADAMO, ANZICHE'
FARLO NASCERE DA UNA VERGINE?

La Bibbia non dice che Adamo fu creato ex nihilo, cioè dal nulla, bensì che fu plasmato dalla terra. Il linguaggio dei primi capitoli della Genesi è spesso metaforico, tant’è che la Chiesa Cattolica, ad esempio, non si è mai espressa definitivamente circa il darwinismo, né l’ha mai ufficialmente condannato. Quando Darwin pubblicò il suo libro più famoso (L’Origine della Specie) la Chiesa né lo mise all’indice, né lo condannò in altra maniera. Questo perché non sappiamo in che modo Dio abbia realmente creato Adamo ed Eva. Del cosiddetto neo-darwinismo la Chiesa rigetta senz’altro il ricorso al caso, cioè che le specie viventi (umani compresi) siano frutto di mera casualità anziché del volere divino, e il poligenismo. Infine va puntualizzato che Gesù non fu creato ma generato (generato, non creato, dalla stessa sostanza del Padre). Detto ciò, perché Gesù non venne al mondo già adulto?

A riguardo, mi piace citare le parole di Don Severino Gallo dei Salesiani di Don Bosco:
Gesù venne al mondo come tutti i bambini. La sua casa, una grotta; la sua culla, una mangiatoia. Ad accoglierlo c'era solo sua Mamma Maria, e San Giuseppe. Tutto questo ha un significato. Gesù viene tra noi per servire, non per comandare; per salvarci, non per punirci; per portarci la gioia, non per spaventarci. Vuole che noi Lo accogliamo come amico, non che Lo temiamo come padrone. Per questo nasce bambino. Un bambino non fa paura a nessuno. Un bambino è la gioia di tutti.

Nella Bibbia, a partire dal Libro della Genesi, appare chiara la predilezioni di Dio per gli umili. Si capisce, allora, il perché Dio stesso, nel venire al mondo, si sia fatto tale (e chi è più umile di un bambino?). Non solo: Gesù, pur essendo Figlio dell’Altissimo, dell’Onnipotente, dell’Unico Vero Dio, del Re dei Re, non venne presso una famiglia regnante, né all’interno di una lussuosissima dimora, ma in un’abitazione a metà strada tra casa e stalla tant’è che, una volta nato, la Sua Mamma non lo depose su dei morbidissimi cuscini ma su un giaciglio fatto di paglia e fieno.

Va poi considerato il ruolo della Santissima Sempre Vergine Maria. La Madonna, per noi cattolici, non è solo madre terrena di Gesù, bensì anche Madre di Dio (visto che in Gesù coesistono due nature, quella divina e quella umana). Per la Chiesa Cattolica, Maria Santissima è anche la “nuova Eva”. Il dogma dell’Immacolata Concezione, infatti, non fa riferimento alla nascita verginale di Gesù o alla perpetua verginità della Madonna, come molti erroneamente credono (quelli sono altri dogmi mariani), bensì al fatto che Maria Santissima fu "concepita immacolata", cioè, senza peccato originale. In questo fu assolutamente uguale ad Adamo ed Eva. La differenza tra loro sta nel fatto che, mentre i nostri comuni progenitori fecero cattivo uso della libertà loro concessa (finendo col peccare), la Madonna non peccò MAI. Nella Genesi, dopo la caduta dell’uomo, Dio pose inimicizia tra la “Donna” e il “Serpente” (il Diavolo) preannunciando che Ella gli avrebbe calpestato la testa. La Chiesa Cattolica, da sempre, vede in quella “Donna” la Santa Vergine Maria. Sulla Croce, Gesù non si limitò ad affidare Sua Madre al discepolo prediletto, dicendo “questa è tua madre”, rivolgendosi a lei disse anche: “Questo è tuo figlio”. Nel dire ciò, Gesù rese Maria non solo madre (per filiazione adottiva) di Giovanni ma di tutto il genere umano. E’ in virtù di ciò che noi ci rivolgiamo a Lei come Madre.